Le dichiarazioni anticipate di trattamento

Con le dichiarazioni anticipate di trattamento lasciate istruzioni vincolanti riguardanti il momento in cui  non sarete più in grado di dare un consenso valido alle cure. Nominerete un Fiduciario che dovrà garantire che le vostre volontà siano seguite. Dopodichè sceglierete quale sia il momento, e quali siano le vostre condizioni di salute, in cui lasciare che la natura faccia il suo corso, interrompendo le cure – comprese alimentazione ed idratazione artificiale-  ma non le terapie di conforto (es. analgesici). Se sarà necessario per evitarvi sofferenze insopportabili, potrà essere instaurata una sedazione prolungata profonda con la quale potrete addormentarvi in pace sino alla fine.

Non è un argomento allegro, ma è qualcosa a cui pensare per tempo se non volete che la vostra vita sia artificialmente prolungata con ogni mezzo nonostante le sofferenze e la perdita di dignità che questo potrebbe comportare.

Le DAT possono essere redatte presso un Notaio, che si assicurerà della correttezza giuridica delle vostre volontà, in modo da renderle incontestabili, oppure presentate direttamente in Comune, allo Stato Civile. Portate con voi il Fiduciario che volete nominare. Scegliete un buon amico, evitare i parenti stretti se non volete caricare sulle loro spalle questo onere ulteriore che renderebbe le scelte complesse ed il lutto più difficile.

invia un messaggio
Chiama Ora